Documenti identificazione ed espatrio

Rilascio e rinnovo in Italia

Per ottenere il nuovo documento è necessario recarsi all’Ufficio anagrafe del comune di Chieve, dopo aver preso un appuntamento telefonando  al numero 0373/234323 int. 1 , muniti di :

  • 1 fotografia formato tessera conforme alle norme ICAO e recente;
  • Tessera sanitaria, così da velocizzare le attività di registrazione.;
  • Carta di identità in scadenza o scaduta, invece in caso di smarrimento/furto necessaria anche la denuncia di smarrimento.

La durata varia in base all’età del cittadino.

  • Dura 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni
  • Dura 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni
  • Dura 10 anni per i maggiorenni *

Novità :

L' Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, al fine di allineare il sistema CIE al regolamento UE 2019/1157 (art.4), dal 19.9.2022 ha introdotto le seguenti modifiche: il periodo di validità delle CIE non deve eccedere i dieci anni per i maggiorenni e un anno in caso di impossibilità temporanea al rilievo delle impronte digitali.
Pertanto:
- La scadenza dovrà corrispondere all’ultimo compleanno utile, immediatamente anteriore al termine dei 10 anni di validità del documento, decorrenti dalla data di emissione.
- In caso di impossibilità temporanea al rilascio delle impronte digitali, la CIE dovrà avere una validità non superiore ad un anno.
Si conferma, inoltre, che in caso di rifiuto al rilascio delle impronte digitali, il funzionario addetto non può rilasciare la CIE.

Il cittadino, al momento della domanda:

  • in caso di prima emissione del documento  esibisce all’operatore comunale un altro documento di identità in corso di validità e  dovrà presentarsi al Comune accompagnato da due testimoni ( muniti a loro volta di un documento di riconoscimento valido);
  • in caso di rinnovo o deterioramento del vecchio documento, consegna quest’ultimo all’operatore comunale;
  • in caso di smarrimento del vecchio documento, consegna della denuncia ( per tutte le informazioni consultare la pagina sul sito del Ministero dell'Interno cliccando qui;)
  • consegna all’operatore comunale il codice fiscale e il numero della ricevuta di pagamento della Carta o pagherà direttamente allo sportello (  si avvisa che non si accettano più contanti direttamente allo sportello dell’ufficio anagrafe) Le modalità di pagamento sono consultabili sul sito di PAGOPA
  • verifica con l’operatore comunale i dati anagrafici rilevati dall’anagrafe comunale;
  • indica la modalità di ritiro del documento desiderata (consegna presso un indirizzo indicato o ritiro in Comune);
  • procede con l’operatore comunale all’acquisizione delle impronte digitali, secondo le modalità consultabili a questo indirizzo “Modalità di acquisizione impronte”;
  • fornisce, se lo desidera, il consenso o il diniego alla donazione degli organi;
  • firma il modulo di riepilogo procedendo alla verifica finale sui dati.
  • Al momento del rilascio della CIE verrà rilasciato un codice PIN e PUK , per tutte le informazioni consultare la pagina sul sito del Ministero dell'Interno  cliccando qui

Il cittadino riceverà la CIE all’indirizzo indicato entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta. È possibile indicare una persona delegata al ritiro del documento, per farlo bisogna dare le sue generalità all’operatore comunale al momento della richiesta.

Rilascio e rinnovo minorenni

La Carta di Identità Elettronica è un documento di riconoscimento che può essere rilasciato ai cittadini  minorenni fin dalla nascita.

I minori possono richiedere il documento valido per l’espatrio se entrambi i genitori sono presenti  al momento dell’emissione della CIE.

La carta d’identità per minori ha le seguenti validità:

  • 3 anni per i minori di 3 anni;
  • 5 anni per i minori di età compresa fra 3 e 18 anni.

A partire dai 12 anni compiuti al minore sono rilevate due impronte digitali e dovrà appore la propria firma grafica sul documento.

Per i minori di 14 anni è possibile richiedere anche l’indicazione dei nomi dei genitori, o di chi ne fa le veci, sul retro del documento.

Nel caso in cui chi richiede la CIE sia genitore di minori e l’altro genitore sia assente all’atto della richiesta, è necessario che il genitore richiedente presenti anche una dichiarazione di assenso all’espatrio firmata dall’altro genitore o da chi esercita la responsabilità genitoriale ai sensi della legge n. 1185 del 1967 . In alternativa deve essere presentata l’autorizzazione del giudice tutelare. L’assenso o l’autorizzazione del giudice devono essere presentati anche nel caso in cui la richiesta riguardi la sola emissione del documento per il minore.

Altro

Altra novità introdotta dalla legge circa i documenti di identità è la possibilità di rinnovare sia le carte di identità cartacee che le carte di identità elettroniche (conformi al decreto del ministro dell'Interno 8 novembre 2007) prima del centottantesimo giorno precedente la scadenza.

Obiettivo della disposizione, introdotta dal decreto-legge 16 luglio 2020, n.76, è quello di favorire l'accesso dei cittadini ai servizi in rete delle amministrazioni pubbliche, come spiega la stessa direzione centrale per i Servizi demografici nella circolare n.9/2020 del Ministero dell’Interno.

Per il pagamento della CIE si avvisa che non si accettano più contanti direttamente allo sportello dell’ufficio anagrafe. Le modalità di pagamento sono consultabili sul sito di PAGOPA 

Per conoscere i Paesi dove è possibile espatriare con la carta d’identità consultare il sito www.viaggiaresicuri.it.

COSA SONO?

Carta d'identità

 Donazione degli organi 

 Dichiarazione di assenza di cause ostative ed assenso per minorenne richiedente CIE valida per l'espatrio 

 Passaporto

modulo-dichiarazione-accompagnamento-minori-con-persone-diverse-dai-genitori

  Richiesta ristampa Pin e Puk della CIE